Poltrone e divani na seconda vita delle mele

Poltrone e divani na seconda vita delle mele

La tecnologia sposa gli scarti e dà vita a nuovi materiali.

Questo avviene in Trentino Alto Adige e lo scarto utilizzato sarà quello delle mele, la cui buccia sarà usata per creare divani in ecopelle.

Le potenzialità di questa innovazione sono state colte dall’azienda americana Lifestyle, già colosso nella vendita di prodotti per arredamento e non solo, che ha deciso di realizzare in Centro di innovazione in Italia.

In Italia, perché il brevetto è made in Italy, così come Bolzano sarà il centro per il design dei primo prodotti realizzati in Italia con questo nuovo materiale.

Il Trentino Alto Adige d’altra parte è il luogo ideale per una simile trasformazione, se si considera che la produzione italiana delle mele è di circa 3 milioni di tonnellate (la terza al mondo dopo Cina e Polonia) e il 70% di questa avviene proprio in questa regione.

Tale tecnologia tra l’altro andrebbe a risolvere anche il problema dello smaltimento degli scarti delle mele (costituiti dagli avanzi della produzione di succhi e confetture), che date le quantità è una questione seria.

Le bucce di mela, grazie agli zuccheri, cellulose e cere che contengono, se mischiate con gli ingredienti di pelli sintetiche, sono un ottimo materiale per la produzione di pelle al 75% naturale. Una pelle caratterizzata da alta traspirabilità, il composto è molto poroso, e ha un costo più contenuto; oltre al vantaggio di essere anche lavabile.

Il prototipo dei divani in ecopelle, realizzata con gli scarti delle mele, sarà presentato al Salone del Mobile di Milano, in programma dal 12 al 17 aprile, sotto il brand A9.

fonte: il sole24ore