Addio fiori d’arancio, ora il bouquet da sposa va con cavolo, cappuccio e cavolfiori

Addio fiori d’arancio, ora il bouquet da sposa va con cavolo, cappuccio e cavolfiori

L’attenzione all’origine dei prodotti non conosce confini, e la nuova moda che sta prendendo sempre più piede nel Regno Unito potremmo quasi considerarla come un’estremizzazione del concetto ‘dal campo alla tavola’.

Bouquet02

Ebbene, nelle composizioni floreali nuziali e nei bouquet della sposa, i classici fiori d’arancio, rose e peonie stanno lasciando sempre più il posto a qualcosa di inusuale: barbe di carote, porri, fiori di agrumi, ma pure cavoli, cavoli cappucci e broccoli (e relativi fiori).

E nella lista d’ingredienti delle composizioni floreali nuziali finiscono pure piante aromatiche come timo, simbolo di coraggio, e lavanda, simbolo invece di devozione eterna.

“I bouquet selvatici e stravaganti sono popolari, con un inebriante mix di fiori, foglie, erbe, frutta e verdura”, racconta una fiorista di Waitrose intervistata dal Telegraph. “Le spose – continua – sono alla ricerca di composizioni che siano stagionai e questa nuova moda permette loro di usare prodotti locali”.

FONTE: Telegraph, FreshPlaza